Come aumentare le difese immunitarie basse e migliorare la propria salute

Come aumentare le difese immunitarie basse e migliorare la propria salute

È inevitabile che con la pandemia che stiamo vivendo adesso, tutti si chiedano come si possa aumentare la propria immunità a virus e altri batteri patogeni. In questo breve articolo parleremo di cosa si intende per immunità, come funziona il nostro sistema immunitario “da solo” e come si possono aumentare le difese immunitarie attraverso una dieta corretta o integratori che rafforzano il nostro organismo e migliorano la nostra salute.

Le nostre difese immunitarie

Con il termine “immunità” si intende la capacità dell’organismo di resistere alle infezioni, e si basa sulla attività delle cellule immunitarie che sono in grado di contrastare la malattia. Più grande è l’immunità di un organismo, minore è la sua capacità di ammalarsi. Il sistema immunitario si oppone alle malattie, non solo di tipo infettivo, inattivando gli agenti patogeni, che possono variare da molecole a batteri, virus e parassiti pluricellulari.

L’organismo dispone di due livelli principali di immunità. Il primo livello è chiamato “sistema immunitario innato”, che fornisce una prima linea di difesa agendo contro una vasta gamma di agenti patogeni. Il sistema immunitario innato è costituito in parte da barriere fisiche come la cute, difese chimiche non specifiche come il lisozima (un enzima secreto con le lacrime e la saliva, che demolisce le pareti delle cellule batteriche), e i batteri non patogeni che competono con i batteri patogeni. La risposta infiammatoria contribuisce alle difese attirando le cellule immunitarie nel sito di infezione.

Il secondo livello di immunità è chiamato “sistema immunitario adattivo”. Questo livello si attiva in seguito ad un'invasione di agenti patogeni e una volta mobilitato evoca una risposta specifica a quel particolare patogeno, diversamente del sistema immunitario innato la cui risposta è aspecifica. Il sistema immunitario adattivo è anche provvisto di memoria, e può attivare una risposta più rapida ed efficace a un agente patogeno o di sue componenti che ha incontrato prima.

Alcuni micronutrienti per aumentare l’immunità

Il sistema immunitario è complesso e finemente equilibrato. Nessun singolo integratore (o cibo) influenzerà ogni suo aspetto. Esso ha bisogno di alcuni micronutrienti per funzionare in modo ottimale, tra i quali: Vitamine del gruppo B, Ferro, Selenio, Vitamina A, C, D, E, Zinco.
Di questi, ferro, vitamina D e zinco tendono ad essere, frequentemente, poco consumati e l’organismo può esserne carente. Nessun micronutriente specifico può fare miracoli da solo, anche se in grandi quantità; tuttavia, se assunti insieme in quantità sufficienti, nel contesto di uno stile di vita complessivamente sano, possono sostenere e potenziare le difese immunitarie.

La vitamina C è commercializzata come supplemento per prevenire e trattare il raffreddore e questo è giustificato da un punto di vista scientifico: la vitamina C aiuta le cellule immunitarie a formarsi e funzionare, ed è necessaria per la costruzione delle barriere fisiche (come il connettivo della cute) che proteggono dagli agenti patogeni.

La vitamina D è coinvolta in molti processi cellulari, tra cui la regolazione delle cellule immunitarie durante le infezioni; quindi non dovrebbe sorprendere che una sua carenza possa ridurre le capacità immunitarie dell’organismo.

  • Anche lo zinco svolge molti ruoli nell’organismo, tra cui diverse funzioni nel sistema immunitario. Se si è colpiti frequentemente da raffreddore, è consigliabile verificare se la propria dieta assicura un apporto sufficiente di zinco.
    Gli atleti e altre persone che sudano molto sono a maggior rischio di carenza di zinco, tuttavia occorre evitare di assumerne troppo, perché un eccesso di zinco può causare effetti tossici.

La dose di zinco indicata per ridurre la durata del raffreddore (75-95 mg/giorno) supera il limite considerato sicuro (40 mg/giorno).
Normalmente non compare alcun sintomo se si assume fino a 100 mg/giorno, anche per tempi lunghi; tuttavia, se si inizia a soffrire di nausea, vomito, perdita di appetito, crampi allo stomaco, diarrea, o mal di testa, occorre interrompere immediatamente l’integrazione con sali di zinco.

Lo zinco è presente negli alimenti e in molti integratori, in particolare nei multivitaminici: occorre quindi accertarsi di non introdurre nell’organismo più zinco di quanto serva.

Oleuropeina e glutatione: due forti alleati per aumentare le difese immunitarie

Recentemente due molecole hanno suscitato notevole interesse sia scientifico che clinico per la loro capacità di potenziare efficacemente il sistema immunitario: l’Oleuropeina e il Glutatione. Entrambe queste molecole hanno forti proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, attività essenziali per un sistema immunitario forte.

Il complesso delle sostanze (o i polifenoli) contenute nelle foglie d'ulivo, (in primis l’Oleuropeina), è sicuramente uno dei composti naturali più utili che si conoscano. Gli estratti di foglie di ulivo agiscono, infatti, come un potente tonico per la salute, aumentano il benessere generale e supportano il sistema immunitario.

Numerosi studi sia sperimentali che clinici, condotti recentemente in Università e centri di ricerca Italiani e stranieri, rivelano che l’oleuropeina è particolarmente utile nel trattamento delle infezioni causate da un gran numero di virus, batteri e protozoi parassiti.

Il Glutatione (GSH) è uno degli antiossidanti più potenti presenti naturalmente in tutti i tessuti dell’organismo, dove svolge funzioni molto importanti. In particolare, il glutatione è un attore importante nella disintossicazione dell’organismo da molti inquinanti tossici, tra cui i metalli pesanti e xenobiotici (sostanze chimiche estranee all’organismo, quali farmaci e composti di sintesi).

Una delle cause delle difese immunitarie basse è legata proprio a questa sostanza: la carenza di glutatione compromette la capacità del corpo di eliminare le tossine e i sottoprodotti del metabolismo cellulare.
Se i livelli di glutatione sono bassi, le sostanze tossiche e i veleni si accumulano nei nostri tessuti. La carenza di glutatione causa una insufficiente capacità dell’organismo di disintossicarsi. Inoltre, il glutatione è anche un potente agente antivirale e antimicrobico.
Una carenza di glutatione compromette la nostra capacità di combattere i batteri e mantenere i virus inattivi. Recentemente una ricerca statunitense* ha ipotizzato che livelli insufficienti di GSH possano essere alla base delle alterazioni patologiche nei pazienti COVID-19.

Integratori per aumentare le difese immunitarie basse

Sono molti gli integratori che contengono alcuni o molti dei micronutrienti utili a rafforzare il proprio sistema immunitario. In pochi, però, contengono glutatione e oleuropeina.

In Innbiotec, abbiamo sviluppato Immuno Boost®, un potente alleato che contiene la maggior parte dei micronutrienti utili al nostro sistema immunitario per mantenersi forte. Infatti, Immuno Boost® contribuisce al potenziamento delle difese immunitarie e favorisce la risposta dell’organismo a infezioni da batteri e virus patogeni. Per questo motivo è particolarmente indicato come supporto durante casi di infezioni e nel periodo invernale per contrastare virus e batteri stagionali.

L’integratore alimentare Immuno Boost® migliora l’efficienza dell’organismo nel contrastare infezioni, soprattutto batteriche e virali, potenziando la capacità di produrre anticorpi e immunità cellulare. Questo è possibile grazie all’attività antivirale e anti-batterica dell’Oleuropeina e dell‘attività antiossidante e antivirale del Glutatione.

La formula è specificamente studiata per rendere l’organismo e il sistema immunitario più forte.
In particolare, l’Estratto di Astragalo, con le sue forti proprietà immunostimolanti, aiuta la produzione di anticorpi. Insieme all’Oleuropeina e al Glutatione, svolge un’azione antiossidante, fondamentale nel prevenire infezioni. La Vitamina C contribuisce al mantenimento della normale funzione del sistema immunitario e al normale metabolismo energetico; la Vitamina E, la Vitamina C e lo Zinco contribuiscono alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

This website use cookies to ensure you get the best experience on our website.Privacy Policy

Megamenu

Your cart

There are no more items in your cart